soldi onlineSe non hai idea di cosa siano i ping, proverò a spiegarlo in modo semplice in quest’articolo.

Comincia ad immaginare i segnali di un radar che vengono emessi, rimbalzano sull’obiettivo e ritornano allo stesso radar di partenza ed avrai un’idea abbastanza realistica di come funzionano i ping.

I ping sono i segnali emessi da particolari servizi e l’obiettivo è costituito dai motori di ricerca che ricevono l’impulso.

In sostanza i servizi di ping stimolano i “ragni” (spider) dei motori di ricerca a visitare il blog o il sito per il quale sono stati emessi i segnali.

Questo vi fa capire quale fondamentale importanza essi rivestano nell’indicizzazione dei siti, ma la cosa che probabilmente non sapete è che un abuso di tale servizio può causare problemi al sito stesso che potrebbe essere considerato spam e quindi penalizzato dai motori di ricerca.

Chi vuol sapere come guadagnare soldi on line deve anche sapere che determinati servizi come WordPress sono già predisposti per comunicare automaticamente ai motori di ricerca i ping per tutti i nuovi articoli che vengono pubblicati sul blog.

Ma se è vero quello che ho appena detto, è anche vero che, da questo punto di vista, wordpress presenta ancora dei bug notevoli, in quanto non riesce a distinguere autonomamente la pubblicazione di un articolo dalle sue semplici correzioni anche quando esse avvengono a brevissima distanza di tempo.

Cosa vuol dire questo? Vuol dire che se (come spesso mi capita) dovessi pubblicare un articolo e immediatamente dopo mi dovessi accorgere di piccoli errori commessi o dovessi decidere di inserire della punteggiatura, wordpress invierebbe per ogni singola variazione un ping ai motori di ricerca e tutti per lo stesso articolo!

Ciò potrebbe penalizzare seriamente l’articolo che, per assurdo, rischierebbe addirittura di essere considerato come spam e non essere indicizzato.

Per ovviare a questo problema vi voglio segnalare quello che io ritengo il miglior plug in per wordpress per risolvere il problema, ovvero cbnet Ping Optimizer.

A dire il vero questo non è l’unico plug in disponibile, ve ne sono anche altri che fanno egregiamente il loro mestiere, ma questo a mio avviso è il migliore per semplicità di impostazione ed efficacia.

dopo averlo scaricato dal vosto pannello wp ed averlo installato, vi basterà andare nelle impostazioni del plug in ed impostare il tempo minimo dei ping, in modo da evitare i ping ripetuti post pubblicazione, per piccole correzioni apportate.

Vi allego un video per facilitarvi i compiti dell’installazione.

 

Aspetto i vostri commenti e le vostre segnalazioni.

 

 

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • Facebook
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • RSS